Menu

#Cultura&Arte

Conoscenza, Espressione, Comunicazione

 

GRA e Urban Art: un museo a cielo aperto per valorizzare le periferie.

Come la street art può arricchire il nostro GRA? Perchè questo progetto è così innovativo?

Il progetto GRAArt, promosso da Anas, vede la collaborazione di dieci Urban Artist internazionali e nasce da un’iniziativa di David Diavù Vecchiato, fondatore del Museo di Urban Art di Roma – MURo, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

L’idea è stata quella di esporre dieci murales in altrettanti punti, sottopassi e svincoli, del GRA, in particolare in alcune zone periferiche della città.

Il Grande Raccordo Anulare non sarà più solo uno snodo stradale, un’infrastruttura che risponde ad esigenze logistiche per i milioni di mezzi che ogni giorno la percorrono ma diventa un vero e proprio museo a cielo aperto in cui sono esposte opere d’arte che rappresentano scene, miti e immagini legate sia all’Antica Roma sia alla Città moderna.

Arte e tecnologia vanno poi di pari passo, ogni murales ha infatti una targa con un codice QR;

in questo modo il visitatore può scoprire di più sulla storia rappresentata e il profilo dell’artista che ha realizzato il murales.

Sarà possibile assistere ad un vero e proprio tour tra le dieci opere contemporanee create che si pone come obiettivo, come affermato dal Ministro Franceschini, quello di riavvicinare le periferie al centro e rivalorizzarle.

Facebook Twitter Google+ Pinterest
(0 Voti)
Maria Concetta

Giovane neolaureata adottata dalla città di Roma da quasi tre anni ! Amo Roma e la considero la mia seconda casa.

 

  Join Citylus

 

 

×
×

Stay Tuned!

Ricevi settimanalmente sulla tua email gli aggiornamenti TOP su ciò che accade in Citylus

Accetto i Termini e le condizioni
Potrai decidere di non ricevere più gli aggiornamenti ad ogni momento